Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Tendenza del giorno: sandali con tacco. La moda Primavera Estate 2020 suggerisce di indossare queste scarpe con i pantaloni eleganti. Modelli e outfit street style da copiare

È tutta una questione di lacci: di come si avvinghiano alla caviglia e soprattutto se tenere in vista o meno il nodo. Le scarpe sono il focus del look e catturano l'attenzione con un particolare, un bel fiocco fatto sopra l'orlo dei pantaloni, strizzando così il tessuto. 

Jonathan Daniel PryceJonathan Daniel Pryce

Un gesto che pochi osano, ma che la moda ha mostrato il coraggio di fare. Sì, perché è alquanto inusuale vedere un pantalone stretto in lacci e laccetti, mentre è più comune (forse meno creativo?) indossare un paio che ha già coulisse o elastico nell'orlo. 

J. W. Anderson
J. W. Anderson

I sandali con tacco (più o meno alto) si inerpiacano lungo il piede, la caviglia e la gamba, mostrandosi in tutta la loro bellezza. Un atto sovversivo che reinventa la moda delle scarpe gladiator per la mezza stagione o per le occasioni più formali. Ecco perché vale la pena provare anche con il più classico completo giacca più pantalone

E per chi non vuole provare con i più tradizionali lacci, ecco che la moda viene incontro con sandali con cinturino a bracciale, ispirato proprio ai gioielli dell'Antica Roma: dall'iconico modello Cleo/Snake di René Caovilla all'ultima creazione di Bottega Veneta. 

René Caovilla
René Caovilla
Bottega Veneta
Bottega Veneta
Aquazzura
Aquazzura
Saint Laurent
Saint Laurent
Christian Louboutin
Christian Louboutin
Wandler
Wandler

Guardate anche:

Street style: 10 outfit moda Primavera Estate 2020 da copiare



Continua a leggere

Canada GooseCanada Goose
Canada Goose e MEDICOM TOY uniscono le forze per creare uno speciale BE@RBRICK in edizione limitata a supporto di Polar Bears International (PBI). Il Canada Goose PBI BE@RBRICK viene presentato proprio in occasione della Giornata Mondiale dell’Orso polare, un evento annuale che aumenta la consapevolezza delle sfide che gli orsi polari affrontano a causa dei cambiamenti climatici e del declino del ghiaccio marino che è vitale per la loro sopravvivenza. La collaborazione fa parte della campagna PBI per la primavera 2020 di Canada Goose, lanciata all'inizio di questo mese con l’obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul riscaldamento dell'Artico e sui suoi effetti sugli orsi polari, su di noi e sul nostro habitat globale. Il messaggio stimolante della campagna - “What Affects Them, Affects Us All” - ha ispirato il design metà specchio e metà orso polare del BE@RBRICK. La metà che riflette avvicina le persone alle realtà dei cambiamenti climatici e alla nostra responsabilità di educare, diffondere consapevolezza e aiutare le persone ad agire. Una parte dei proventi di ciascun BE@RBRICK - disponibile esclusivamente su canadagoose.com, selezionati negozi Canada Goose in tutto il mondo e HBX di Hypebeast - andrà direttamente a PBI per finanziare la ricerca e la difesa dell'ambiente.
Press officeCandiani DenimCandiani Denim
Candiani Denim presenta Selvedge Reserve, una special label dedicata alle collaborazioni e agli special custom di designer e brand internazionali. La prima capsule Selvedge Denim è stata realizzata dal master of Denim Matias Sandoval, figlio di una cultura del jeans che si basa su riutilizzo, ricerca, storia e conoscenza di questo tessuto. La capsule Selvedge Reserve disegnata da Matias combina gusto heritage e innovazione sostenibile, usando tessuti di ultima generazione, tra cui capi stretch realizzati con la tecnologia brevettata da Candiani Denim COREVA®, il primo Denim stretch biodegradabile della storia. "Selvedge Reserve è l'etichetta con cui Candiani presenterà i suoi tessuti cimosati prodotti su vecchi telai a navetta interamente restaurati. Un nuovo progetto che rappresenta l'heritage tessile di un'azienda italiana fondata nel 1938, ma anche la sua forte innovazione sostenibile. Candiani Selvedge Reserve sarà una "special label" dedicata a collaborazioni e sviluppi customizzati sulle necessità dei migliori brand e dei veri intenditori di Denim". Alberto Candiani - Global Manager Candiani Denim
Press Office CividiniCividini
Cividini scrive un nuovo capitolo della storia della maglieria con la collezione CO-ED FW 2020-21, una linea maglioni multicolor e multifilato realizzata con filati di recupero, in cui il brand ha unito alla sua visione estetica una forte coscienza etica e sostenibile incentrata sull’upcycling. I filati di scarto, normalmente mandati al macero, vengono uniti tra loro mediante un attento studio dei colori e delle texture, per realizzare dei capi fatti su macchine di maglieria a mano dalle maestre magliaie. “Dietro ogni singolo capo di Cividini c’è un lungo percorso di ricerca e di realizzazione, seguito in prima persona dall’azienda, che vede la maglia protagonista di tutte le sue interpretazioni: la maglia come passione e materiale da toccare, plasmare, vivere quotidianamente e, oggi, cuore della nuova filosofia di upcycling”- Piero Cividini.
Press OfficeGli storici pantaloni a zampa di C'est la V, il modello PITU, è stato realizzato in tessuto ECONYL nylon 100% rigenerato e circolare ricavato dal riciclo di reti da pesca e scarti industriali.C'est la V
Gli storici pantaloni a zampa di C'est la V, il modello PITU, è stato realizzato in tessuto ECONYL nylon 100% rigenerato e circolare ricavato dal riciclo di reti da pesca e scarti industriali.
Isole&VulcaniIsole&VulcaniIsole&Vulcani è un brand di costumi da bagno 100% Made in Italy che ha realizzato una collezione in cotone organico 100% certificato GOTS. G-Star RawG-Star Raw
Jeans G-Star Raw realizzati con il filato ROICA™ V550 certificato Cradle to Cradle Gold Health Level che consente una stampabilità eccellente e duratura con i relativi vantaggi riguardanti l’economia circolare, non rilasciando sostanze nocive nell’ambiente di test secondo la certificazione Hohenstein Environmental Compatibility
American Vintage UpcyclingAmerican Vintage Upcycling
Nel cuore del Marocco, nel Medio Atlante, American Vintage realizza il suo progetto sostenibile, coinvolgendo le tessitrici locali che trasformano gli stock di tessuto in tappeti. Questa cooperativa di donne ridona vita a vestiti invenduti e agli scarti dei tessuti del brand per trasformarli in tappeti tradizionali, i boucherouite, creati con scampoli annodati da cui nascono motivi geometrici, astratti e ipercolorati. Queste creazioni uniche saranno vendute durante una mostra, in programma dal 26 al 29 marzo a Parigi.
Press OfficeVestiaire Collective e PomellatoVestiaire Collective e Pomellato
Vestiaire Collective e Pomellato celebrano la storia d'amore che unisce ogni donna ai suoi gioielli… proprio in occasione di San Valentino. Con lo scopo di consentire ai fashion lovers di partecipare al movimento circolare, la partnership tra offre l'opportunità di prolungare la vita dei loro gioielli Pomellato e di iniziare una nuova storia d'amore con quelli della collezione di questa stagione. La collaborazione - della durata di 3 mesi - dà a Pomellato l’opportunità di premiare i propri clienti per la vendita su Vestiaire Collective dei loro pezzi pre-loved, offrendo un voucher del 10%, per tutti i gioielli venduti prima dell’11 maggio.  Il voucher potrà essere utilizzato fino al 31 maggio comprando i gioielli della nuova collezione su pomellato.com. Entrambi i brand condividono il desiderio per un futuro più sostenibile: la moda circolare è il cuore del modello di business di Vestiaire Collective, mentre Pomellato continua a realizzare una serie di progetti mirati a prolungare il suo impegno per un futuro più ecosostenibile.
MangoMango
Seguendo l’impegno a favore della sostenibilità attraverso la moda, l’azienda ha creato una collezione composta da 14 capi realizzati con cotone sostenibile. L’uso di questo materiale proveniente da coltivazioni certificate e tecniche innovative a minore impatto ambientale nella finitura dei capi in Denim consente di ridurre l’impiego di sostanze chimiche, di acqua ed energia.
Press OfficeThe North Face presenta la Collezione Seven Summits: ispirata al desiderio di riscrivere il futuro, i capi di questa linea sono realizzati attraverso il riciclo di materiali abbandonati, raccolti all’ombra della vetta più iconica: l’Everest.The North Face
The North Face presenta la Collezione Seven Summits: ispirata al desiderio di riscrivere il futuro, i capi di questa linea sono realizzati attraverso il riciclo di materiali abbandonati, raccolti all’ombra della vetta più iconica: l’Everest.
Press OfficeMango bigiotteriaMango
Mango presenta i gioielli sostenibili: pezzi di bigiotteria realizzata con materiali sostenibili al 90% combinando ad esempio betulla, PLA, terracotta, plastiche di origine vegetale biodegradabili, legno e ceramica. La collezione si ispira all’artigianato e combina colori caldi e naturali con tonalità oro per dare vita a texture irregolari. I pezzi ci portano in luoghi mediterranei per il clima, le forme, i materiali, i colori, la freschezza e l’armonia che trasmettono.
RedemptionRedemption
Redemption lancia la nuova linea athleisure Athletix, realizzata con materiali sostenibili e riciclati. Rafforzando il suo impegno verso una produzione green, il brand ha realizzato una collezione che include leggings, top, body e tute in stampe e color block nei toni del grigio e del fucsia. In nylon e poliestere e con packaging ed etichette riciclati e certificati FSC, Athletix di Redemption fa parte di un progetto più ampio, cui si associa anche il coinvolgimento di Eco-Age come partner strategico.
Press OfficeBruno Premi & Elvio Zanon for PlanetBruno Premi & Elvio Zanon for Planet
Bruel, gruppo proprietario dei brand di calzature Bruno Premi ed Elvio Zanon, si sviluppa verso un piano di sostenibilità, migliorandosi attraverso la riduzione delle emissioni e degli sprechi e presentando una collaborazione con Treedom, l’unica piattaforma web al mondo che permette di piantare un albero a distanza e seguirlo online. Da qui nasce “For Planet”, un progetto che pianterà 155 alberi di caffè e lime in Guatemala per ciascuno dei due brand, che andranno a compensare 16.500kg di Co2 prodotte e a sostenere le attività locali.
Press OfficePeak Outlook BallyBally

Bally rafforza per il 2020 il suo programma per la conservazione delle montagne, a seguito del lancio della sua iniziativa Peak Outlook nella primavera dello scorso anno, che includeva la prima spedizione di pulizia sul Monte Everest dal campo base alla vetta. Il nuovo programma comprende diverse iniziative, consolidate attraverso l’istituzione della Fondazione Bally Peak Outlook, concepita per strutturare in modo proattivo l’impegno a lungo termine dell’azienda per la tutela delle montagne, salvaguardando gli ambienti montani più estremi dagli effetti negativi dei cambiamenti climatici e del turismo 'alta quota, attraverso iniziative mirate che coinvolgono le comunità locali.

 

The Bespoke Dudes Eyewear The Bespoke Dudes Eyewear
Grazie al bio acetato made in Italy, i modelli di occhiali The Bespoke Dudes Eyewear si reinventano. La formulazione a base di cellulosa estratta dalle fibre del cotone e del legno è priva di sostanze chimiche tossiche, per essere biodegradabile e riciclabile al 100% pur mantenendo tutte le caratteristiche e le performance dell’acetato tradizionale.
BakerstreetStudio


Continua a leggere

Wang Shuang, 25 anni e il sogno olimpico nel cassetto. L'atleta, membro della nazionale di calcio femminile cinese, è bloccata a Wuhan a causa del Coronavirus ma non si è persa d'animo. Ogni giorno si allena sul tetto del suo palazzo, con tanto di mascherina e pallone, per tenersi in forma in vista dei prossimi impegni sportivi.Continua a leggere

Continua a leggere

Paris Fashion Week 2020. L'esordio di Felipe Oliveira Baptista per Kenzo

Il 26 febbraio, a 50 anni dalla fondazione, Kenzo inaugura una nuova era per il brand con la prima sfilata pret-à-porter di Felipe Oliveira Baptista alla Paris Fashion Week. Da quando Kenzō Takada ha venduto la sua maison a LVMH nel 1993, al timone del brand si sono succeduti Gilles Rosier, Antonio Marras e, più di recente, il duo di designer Carol Lim e Humberto Leon di Opening Ceremony

Baptista ha voluto sottolineare il suo arrivo con una collezione co-ed che si ispira alla nostra esistenza nomade: djellaba, giacche matelassé che ricordano sacchi a pelo, e cappelli “da deserto”— prendendo spunto dalle stampe coloratissime e dalle proporzioni fluide del ricco archivio di Kenzo. “È davvero interessante poter avere un dialogo con una maison come Kenzo e con la sua eredità creativa, per unirla alla mia visione del mondo e dei tempi in cui viviamo”, afferma il designer portoghese, che ha ricevuto due ANDAM Prize per il suo brand omonimo, esperienza che ha poi concluso per concentrasi sul lavoro per Lacoste, di cui è stato direttore creativo per otto anni, fino al 2018.

In quel periodo, di grande successo, Baptista, che oggi ha 44 anni, è diventato famoso per le sue capsule innovative e per le sue creazioni funzionali. Innovazione e funzionalità sono due elementi che - scopriamo quando lo incontriamo nell’atelier Kenzo - ha tutte le intenzioni di mantenere.

Felipe Oliveira Baptista nell'atelier Kenzo
Felipe Oliveira Baptista nell'atelier Kenzo

Qual è stato il punto di partenza per la tua prima collezione per Kenzo?

“L’ho chiamata ‘Going Places’, ed è basata sull’idea di un’esistenza nomade, sulla creazione di capi facili da indossare. Dal Giappone a Parigi, c’è sempre stato un elemento fortemente universale nel lavoro di Kenzo” .

In che modo l’estetica di Kenzo completa la tua?

“Mi è sempre piaciuto il fatto che le creazioni di Kenzo hanno alla base un’idea di design molto forte ma che al tempo stesso sono portabili, permettono grande libertà di movimento. Molti capi per questa stagione sono multi-funzionali e adattabili: cappotti completamente rovesciabili che si aprono fino a diventare quasi un sacco a pelo; gonne che si allargano grazie a una zip.

“Le stampe sono state realizzate in collaborazione con l’artista portoghese Júlio Pomar, scomparso da poco tempo, che ha creato dipinti straordinari di tigri e del sole. Kenzo per me è sempre stato un brand dallo spirito ottimista, e volevo mandare quel messaggio. Il simbolo del brand, poi, è una tigre. Ho trovato la stampa della rosa nell’archivio, e ho creato un motivo camouflage a partire da una stampa di cavalli”.

Felipe Oliveira Baptista nell'atelier Kenzo
Felipe Oliveira Baptista nell'atelier Kenzo

Perché hai scelto di creare capi “vissuti” e confortevoli?

“È per dare un senso di sicurezza. In questi tempi così insicuri volevo essere positivo. Siamo sempre in viaggio, ci muoviamo molto e abbiamo bisogno di abiti che si adattino alle nostre esigenze. E poi tengono vivo il discorso sulla sostenibilità, abbiamo bisogno di ritrovare quel senso di moda “senza tempo” che aveva Kenzo all’inizio”.

Per Lacoste nel 2018 hai creato la collezione ‘Endangered Species’ con la International Union for Conservation of Nature (IUCN), e per la prima volta in 85 anni di storia del brand hai messo da parte il logo con il coccodrillo e lo hai sostituito con disegni di animali in via d’estinzione. Per quanto riguarda Kenzo, hai in mente campagne sulla sostenibilità?

“Una delle cose più entusiasmanti del lavoro di stilista è la possibilità di cambiare la mentalità delle persone: creare cose più user-friendly, spingere l’innovazione e trovare soluzioni ai problemi. Abbiamo due capsule in uscita quest’anno che sono completamente bio, dalla fibre utilizzate al capo finito”. 

Fra la fine della collaborazione con Lacoste e il tuo arrivo da Kenzo, ti sei preso del tempo per ripensare le cose?

“Sono stato in Brasile, in Algeria e in Giappone. Mio padre era pilota d’aereo, ho viaggiato molto fin da bambino, e penso sia molto stimolante conoscere realtà diverse e modi diversi di fare le cose. Mi sono preso circa sei mesi per definire le mie idee e le proposte per Kenzo perché fossero chiare. È importante riflettere e avere il tempo di conoscere bene il tuo team”.

C’è qualcosa che hai visto durante questi viaggi che ti ha ispirato in modo particolare per la collezione autunno inverno 2020 2021?

“Le proporzioni e le lunghezze degli indumenti che ho visto in Algeria ha sicuramente influenzato i capi menswear della collezione, ma ho cercato di non calcare troppo la mano con queste ispirazioni”.

Oltre a creare per brand già affermati, hai avuto anche un tuo brand. Cosa ti stimola di più dal punto di vista creativo?

“Sono due ‘animali’ molto diversi. Quando disegni per te, ogni stagione deve venire dal cuore, e puoi prendere le decisioni più velocemente. Disegnare per un brand, con il suo heritage, significa che c’è più distanza, è una cosa un po’ meno intensa. Per certi versi, trovo sia più facile lavorare all’interno di una struttura già organizzata e con maggiori risorse, gestisco team di 40-50 persone da più di dieci anni”.

In che modo vuoi presentare al mondo le tue creazioni per Kenzo?

“Voglio lavorare con persone creative e che fanno cose interessanti. Che abbiano 17 o 70 anni, mi piace l’idea di uno spirito giovane. E c’è qualcosa di molto giovane in Kenzo. Ho invitato Tricky (musicista britannico, ndr) a vedere la sfilata. Quando vivevo a Londra negli anni 90 ascoltavo la sua musica continuamente, e ho anche usato uno dei suoi brani per una sfilata una decina di anni fa”. 

Ascolti musica quando crei?

“Sempre, la musica mi ispira moltissimo. Ascolto musica di vario genere: mi piace l’electronica, amo l’ hip-hop e il soul, come Frank Ocean e Rosalía, e per la sfilata abbiamo usato un paio di brani della colonna sonora della serie TV HBO Euphoria”.



Continua a leggere

DSC01277.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC01308.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02238.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02890.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC03034.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC03028.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC03135.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC04304.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC04293.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC04762.adj kopi.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC01248.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC01311.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC01326.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC01444.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02044.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02107.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02735-2.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC02830.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC04676.adj2fod.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC05268.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC05463.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC05511.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC05927.adj 2.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC08396.adj.jpgHenriette Sabroe EbbesenDSC08414.adj.jpgHenriette Sabroe Ebbesen


Continua a leggere

Amina MuaddiAmina MuaddiBernadetteBernadetteCarine Roitfeld x Ninety PercentCarine Roitfeld x Ninety Percent
Carine Roitfeld Incredible Women
© YOOX NET-A-PORTER GROUPCharlotte Tilbury x Ninety PercentCharlotte Tilbury x Ninety Percent
IWD - Charlotte Tilbury - do not upload before 26TH FEB EIP / 28TH FEB WN
© YOOX NET-A-PORTER GROUPAlexa ChungAlexa ChungGabriela HearstGabriela Hearst
NAP WOMENS DAY ORGANIC COTTON LS PRINTED T-SHIRTHold for IWD launch
© YOOX NET-A-PORTER GROUPCecilie BahsenCecilie BahsenFrankie ShopFrankie ShopGanniGanniNanushkaNanushkaIsabel Marant Isabel MarantJimmy ChooJimmy ChooNET-A-PORTER x Ninety PercentNET-A-PORTER x Ninety PercentRosie AssoulinRosie Assoulin
IWD Rosie AssoulinPlease upload inline with IWD Launch - 26th Feb.Please style as elevated fashion.
RotateRotateStaudStaud
EXCLUSIVE IWD SWEATSHIRT IN COTTON FLEECE
Roxanne AssoulinRoxanne AssoulinStella McCartneyStella McCartneyThe RangeThe Range
CREW SWEATSHIRT: I'€™ve got all my sisters with me sloganPLEASE LAUNCH 28TH FEB WITH IWD CAMPAIGN
The AtticoThe Attico


Continua a leggere

Victoria's Secret sta affrontando un periodo di crisi e per superarlo ha messo in atto una nuova strategia di marketing. Si è aperto alle diversità, dando finalmente spazio a modelle "normali" di qualsiasi taglia ed etnia. Il pubblico, però, si è ribellato, sostenendo che è ormai troppo tardi per un cambiamento tanto drastico.Continua a leggere

Continua a leggere

Per la primavera estate 2020 Bershka presenta una nuova capsule realizzata in collaborazione con Disney. Il protagonista assoluto della collezione è Mickey Mouse, personaggio iconico nato il 16 gennaio 1928 dalle menti creative di Walt Disney e Ub Iwerks che, a distanza di quasi cent’anni, resta uno dei personaggi di fantasia più amati del mondo. Non è certo un caso, quindi, che il brand di abbigliamento spagnolo abbia deciso di dedicargli un'intera collezione, caratterizzata proprio da disegni a mano libera e schizzi. La figura del mitico Topolino, infatti, si ritrova sui jeans baggy e le felpe con cappuccio, sulle T-shirt oversize e sul retro delle giacche di jeans, così come sugli accessori, dalle sneakers fino alle shopper e al marsupio.

Bershka - MICKEY ARTY (1).jpgBershkaWoman_Bershka_MickeyMouse (1).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (2).jpgBershkaWoman_Bershka_MickeyMouse (4).jpgBershkaWoman_Bershka_MickeyMouse (3).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (3).jpgBershkaMan_Bershka_MickeyMouse (1).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (4).jpgBershkaMan_Bershka_MickeyMouse (5).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (6).jpgBershkaWoman_Bershka_MickeyMouse (2).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (7).jpgBershkaMan_Bershka_MickeyMouse (6).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (5).jpgBershkaMan_Bershka_MickeyMouse (3).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (8).jpgBershkaAccessories_Bershka_MickeyMouse.jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (9).jpgBershkaAccessories_Bershka_MickeyMouse (2).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (10).jpgBershkaShoes_Bershka_MickeyMouse.jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (11).jpgBershkaAccessories_Bershka_MickeyMouse (7).jpgBershkaBershka - MICKEY ARTY (12).jpgBershkaMan_Bershka_MickeyMouse (2).jpgBershka


Continua a leggere

Nous Etudions, il dirompente brand vegano e minimal di Romina Cardillo, continua a portare avanti pratiche sostenibili e cruelty-free esplorando al contempo nuovi modi di rivisitare i capi classici sartoriali. La semifinalista dell’LVMH Prize ha presentato la sua ultima capsule alla Paris Fashion Week presso lo speciale showroom del gruppo LVMH.

La collezione presenta un mix di texture, tratto distintivo di Nous Etudions, ispirate alla geografia dell’Argentina, Paese natale della stilista. Un voluminoso 3D di mattoni capitonné, capi over dal taglio pulito e geometrici di neoprene lucido, tessuto tartan stropicciato e pelle vegana, si armonizzano fra loro in una serie di capi sartoriali genderless fatti a mano.

Parlaci della capsule che presenti a Parigi.

La nuova collezione è ispirata alla natura e alla forma degli animali, e anche la musica è stata una grande fonte di ispirazione. Il messaggio più importante è che non c’è bisogno di usare gli animali per fare i vestiti, è una pratica che dovremmo abbandonare immediatamente. Non ci sono più scuse, dobbiamo smettere di usare pelle di origine animale per produrre abiti.  

Sviluppare nuove forme e nuovi tessuti è al centro delle tue creazioni. Che tipo di materiali hai utilizzato questa volta?

I tessuti che ho utilizzato sono di Texcom, un’azienda tessile sostenibile con cui collaboro da sempre. Le texture sono fatte a mano con la tecnica capitonné; la scelta dei materiali le rende contemporanee. Ho anche usato materiali riciclati, cosa che rappresenta un altro messaggio importante di questa capsule.  

Sei stata selezionata per l’LVMH Prize, sei fra i 20 migliori giovani designer del mondo. Cosa significa questo per te e per il tuo lavoro?

È stato un onore essere scelta, non vedo l’ora di presentare la nuova capsule e di creare nuove alleanze e nuove collaborazioni.  

Sei la prima designer argentina e prima latinoamericana selezionata da LVMH. Quale parte del tuo background culturale credi abbia fatto la differenza?

La capacità di creare e di usare la mia immaginazione pur avendo risorse limitate e ottenere gli stessi risultati dei miei colleghi designer di tutto il mondo. E poi le mie forme e le mie texture sono ispirate al mio Paese.

Nel 2017 hai mosso i primi passi nel mondo della moda. Cosa è cambiato da allora? E che consigli daresti a un giovane designer che vuole avere successo?

Rispetto al 2017 creare le mie collezioni per il mercato internazionale è diventato più faticoso. Il mio consiglio è di tenere sempre a mente il proprio concept e messaggio; è quello che ti distingue da tutti gli altri.

Progetti per il futuro?

Voglio far crescere la mia struttura e il mio brand. Voglio iniziare nuove collaborazioni per creare il mio laboratorio tessile e voglio creare tessuti che siano eco-friendly al 100%.

NOUS 20202556-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202610-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202591-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202656-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202671-INST-ok-zoom.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202712-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202748-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202825-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto 02-IMAN-2.jpgPaulo F. Cueto 03-IMAN.jpgPaulo F. Cueto 04-GUILLE.jpgPaulo F. Cueto 04-IMAN.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20201841-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20201855-INST-ok-2.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20201919-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202150-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202152-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202153-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202232-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202254-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202281-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202356-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202355-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202398-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202433-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202483-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto NOUS 20202531-INST-ok.jpgPaulo F. Cueto 


Continua a leggere

The third edition of "Scouting For India" is opening up to the world of photography.

The global project developed by Vogue Talents in collaboration with FAD International Academy & FAD Institute of Luxury Fashion & Style, aimed at scouting and promoting talented Indian designers, continues this year with a new initiative focused not only on fashion but also on photography.

UNTIL 15th MARCH, photographers of Indian nationality, residing in India or elsewhere in the world, can have their work viewed by Vogue Italia’s photo editors: Alessia Glaviano, Brand Visual Director and Director of PhotoVogue, and Francesca Marani, photo editor and curator of the PhotoVogue platform, which counts over 183,000 users from across the world.

In order to participate, send an e-mail to SCOUTINGFORINDIA@CONDENAST.IT containing these materials:

a biography (listing age and place of residence), website/IG account, e-mail address;

a photographic project (of any genre: it can be a personal project, a fashion spread, a documentary essay, a long-term series on a specific topic…) accompanied by a description/statement by the author.

The best photographers selected through this scouting initiative will have the opportunity to showcase their photographs in India as part of a special event hosted by Vogue Italia in collaboration with FAD. It will be a uniquely enriching opportunity both for the participating artists, who can show and share their work, and for the photo editors of Vogue Italia, who will be able to familiarize with the latest developments of the contemporary photographic practice in India, in line with the initiatives promoted up to now through Photo Vogue Festival.

During the Indian event some of the creatives will also have the chance to meet with Sara Sozzani Maino for a special PORTFOLIO REVIEW, while emerging photographers will have the opportunity to showcase their work to Vogue Italia photo editor Francesca Marani. To take part in the portfolio review, candidates may apply sending an email to portfolioreview@condenast.it. Selected candidates will receive the invitation to the event and all further details.



Continua a leggere

Hailey Bieber sceglie una mise verde smeraldo per il suo street style parigino

Il verde smeraldo è una sfumatura che suscita pensieri preziosi. Intenso, profondo e vibrante, compare sulle passerelle della primavera estate 2020 come un gioiello in movimento, spremuto da una pietra rara per tingere tessuti. Balenciaga lo declina su un abito doppio petto con maxi spalle dal mood anni 80; Balmain è opaco e strutturato nel suo completo dai contorni bold; Brandon Maxwell sceglie un effetto sheer e luminoso per il suo blazer, mentre Christopher John Rogers opta per la texture liquida della seta per il suo tailleur pantalone.

Balenciaga Primavera Estate 2020
Balenciaga Primavera Estate 2020
GorunwayBalmain Primavera Estate 2020
Balmain Primavera Estate 2020
GorunwayBrandon Maxwell Primavera Estate 2020Brandon Maxwell - Runway - September 2019 - New York Fashion Week
Brandon Maxwell Primavera Estate 2020
Getty ImagesChristopher John Rogers Primavera Estate 2020Christopher John Rogers - Runway - September 2019 - New York Fashion Week
Christopher John Rogers Primavera Estate 2020
Getty Images

Inoltre, questo colore sta rapidamente sfociando nello street style, in outfit dai tagli duri e netti che ricordano la spigolosità di una gemma. Hailey Bieber si incastona in questa parure di look con il suo completo di giacca e mini gonna firmato TRE by Natalie Ratabesi, sfoggiato fra le pittoresche strade parigine. La giacca riprende la silhouette di un frac maschile, con doppio petto e maxi revers, reso moderno grazie a un design corto sui fianchi. Decorata con bottoni in metallo color oro, e con il dettaglio grafico di un inserto di stoffa nero nel colletto, la giacca si abbina a una gonna cropped a portafoglio con tasche laterali a filetto. 

Celebrity Sightings In Paris - February 26, 2020Getty Images

Hailey abbina il tutto a un crop top nero di Naked Wardrobe e ad accessori total black con inserti dorati. Si inizia con la borsa, la Chain Pouch di Bottega Veneta, in morbida pelle lucida con maxi catena in metallo oro, la cui forma bombata è ripresa anche negli orecchini, i Twisted Triangle Hoops, sempre Bottega Veneta. Alti al ginocchio e con tacco sottile sono i Blade Boots di Casadei, e a completare la mise Hailey e la sua stylist Maeve Reilly scelgono gli occhiali da sole New Wave di Saint Laurent.

Celebrity Sightings In Paris - February 26, 2020Getty Images

Dall'allure rock e con l'immancabile accenno di glamour urban, l'outfit verde smeraldo di Hailey Bieber è la perfetta ispirazione per indossare questo colore nelle prossime stagioni. 

Ecco alcuni capi per copiare il look di Hailey Bieber.

Victoria Beckham
Victoria Beckham
Plan C
Plan C
House of Holland
House of Holland
Balenciaga
Balenciaga
Givenchy
Givenchy
Federica Tosi
Federica Tosi
MSGM
MSGM
M Missoni
M Missoni
Saint Laurent
Saint Laurent
The Vampire's Wife
The Vampire's Wife

Leggete anche: 

Bella Hadid in jeans vintage di Vivienne Westwood

Kaia Gerber look con blazer e jeans  

Dua Lipa su Instagram sfoggia un look con gilet imbottito



Continua a leggere

Dai canestri di Kareem Abdul Jabbar al rap dei Run D.M.C., la storia lunga cinquant'anni della sneaker adidas Superstar è sempre stata quella di un vero e proprio game-changer. La sua silhouette originale, contraddistinta dall'iconica punta a conchiglia in gomma, conquistò letteralmente i campi da basket con l'avvento degli anni Settanta, e influenzò successivamente il mondo hip-hop, nell'accezione più ampia del termine. Per celebrare i cinquant'anni di questa iconica sneaker il marchio presenta una ri-edizione che, senza snaturarne la silhouette, assicura una maggiore performance nella calzata su strada oltre a garantire un confort prolungato. Inoltre, per l'occasione, ai Grammy Awards è stato presentato il film diretto da Jonah Hill, che dà eco alla campagna Change is a Team. 

Nel corto troviamo un cast molto speciale, composto da una selezione di  stelle - sportive, musicali e artistiche - in total look adidas: da Pharrell Williams a Paul Pogba, passando per le star del K-Pop Blackpink e la diva brasiliana Anitta. Una squadra vincente, voluta dal brand delle tre strisce con l'obiettivo di ispirare un cambiamento positivo nelle comunità locali in tutto il mondo. E non solo grazie ai testimonial d'eccezione, ma anche per a una serie di iniziative contraddistinte dal gioco di squadra. In Italia il protagonista della campagna Change is a Team Sport è Sfera Ebbasta, che darà vita a un progetto a Cinisello Balsamo. Con l'aiuto di aididas e il supporto di Indie Pride e Cross Radio, infatti, il rapper darà vita a uno studio di registrazione aperto a tutti proprio nella città in cui è cresciuto. 

Ma non è finita qui. Sempre nel contesto della campagna, nel flagship store adidas Originals di via Alessio di Tocqueville 11 a Milano ci saranno incontri e workshop aperti al pubblico con artisti, produttori e addetti ai lavori dell'industria musicale. Tra i prossimi appuntamenti in calendario quello con Dargen D'Amico (5 marzo) e Shablo e Charlie Charles (19 marzo). Stay tuned!

Superstar TeamSuperstar Teamadidas OriginalsSfera EbbastaSfera Ebbastaadidas OriginalsSfera EbbastaSfera Ebbastaadidas OriginalsPogbaPogbaadidas OriginalsPharrell WilliamsPharrell Williamsadidas OriginalsNinjaNinjaadidas OriginalsJonah HillJonah Hilladidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SST_FV4189_Angle1_008.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SST_FV4190_Angle1_014.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV2807_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3017_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3018_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3290_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3294_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3327_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3352_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV3353_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FTW_Focus_COURTSIDE.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV8270_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV8271_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_FV8272_Hero.jpgadidas Originals+PR-adidasOriginals_SS20_SUPERSTAR_Group_COURTSIDE.jpgadidas Originals


Continua a leggere

Prima fashion week in compagnia dei nuovi iPhone ed è bastato poco per rendersi conto che con le telecamere dei modelli 11 e 11 Pro, le foto backstage alle sfilate non hanno nulla da invidiare a quelle scattate dai professionisti.

Poche istruzioni, per lo più intuitive, che abbiamo seguito per realizzare le immagini che scoprirete tra poco.

Composizione, messa a fuoco e illuminazione

Attivando la funzione Griglia nelle Impostazioni della Fotocamera, è possibile comporre le proprie immagini seguendo la regola dei terzi: posizionando i soggetti all'intersecarsi delle linee guida - ricordandosi sempre di mettere a fuoco toccando lo schermo - otterrete immagini più dinamiche, rispetto a una composizione che pone il soggetto al centro della foto. Si può usare con la classica inquadratura 1x o allargare con il grandangolo 0,5x per comprendere nello scatto un intero gruppo.

Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11
Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11

La fotocamera di iPhone 11 e 11 Pro mette automaticamente a fuoco l'immagine e regola l'esposizione in base al soggetto che viene inquadrato, caratteristiche fondamentali quando si hanno pochi attimi per documentare il backstage di una sfilata. Si può anche gestire manualmente la luce, toccando il soggetto sullo schermo e trascinando l'icona del sole in alto o in basso, in situazioni di troppa o poca luminosità. Inoltre, per mantenere costante la messa a fuoco e l'esposizione durante un video, basta tenere premuto sul soggetto fino alla comparsa della scritta Blocco AE/AF, perfetto per filmare un look che sfila in passerella.

Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11
Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11
Modalità Ritratto

Con iPhone 11 e 11 Pro si possono fare ritratti incredibili utilizzando le fotocamere per creare un effetto profondità che permette di mettere a fuoco il soggetto e allo stesso tempo sfumare lo sfondo; è una funzione ideale nel backstage delle sfilate, quando si vuole isolare un soggetto dal contesto a volte caotico.

Per scattare foto con la modalità Ritratto, basta aprire la Fotocamera e scorrere fra le opzioni del menù orizzontale. Quando si inquadra un soggetto si attiva automaticamente il menù Luce che permette di scegliere tra diversi effetti tra cui: Set Fotografico, per far risaltare il soggetto come fosse illuminato da flash professionali, e Luce Contouring, ideale per selfie e primi piani ravvicinati.

Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11
Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11

Una volta scelto l'effetto Luce, si può regolare l’intensità del filtro e la sfocatura dell’effetto profondità, a seconda del rilievo che si vuole dare agli elementi dello sfondo; questi parametri inoltre, sono modificabili anche dopo aver scattato la foto, insieme a tutti gli strumenti integrati di ritaglio e ottimizzazione automatica delle immagini.

Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11
Backstage Gucci. Scattata con iPhone 11


Continua a leggere

Maria Sharapova lascia il tennis. Lo scrive personalmente, di suo pugno, in un articolo per Vogue America. Una lettera d'addio molto intima e commovente che racconta la sincerità di un'atleta giunta davanti a quella che forse si potrebbe definire la scelta più difficile e delicata: mettere il punto finale al suo percorso sportivo. 

"Come ti lasci alle spalle l'unica vita che tu abbia mai conosciuto?" Difficile e nello stesso tempo fondamentale immaginarsi nuovi a 32 anni, soprattutto se da più di 28, fin da quando la racchetta aveva il doppio delle tue dimensioni, il tuo mondo è stato quasi esclusivamente il tennis. "Quando ho iniziato a giocare, le ragazze dall'altra parte della rete erano sempre più vecchie, più alte e più forti; i grandi del tennis che ho visto in TV sembravano intoccabili e lontanissimi. Ma a poco a poco, provando in campo ogni giorno, questo mondo quasi mitico è diventato sempre più reale." Seguendo le orme del padre Yuri, prima ispiratore e poi suo coach, la tennista russa è entrata nella storia grazie alla vittoria del torneo di Wimbledon a soli 17 anni, per proseguire con una serie di titoli e vittorie importanti tra cui il Grande Slam conquistato ben cinque volte. Addio tennis, ma benvenuta nuova Maria.



Continua a leggere


X

privacy